Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title

I sistemi del Tempio fallivano sporadicamente durante l’interazione con un servizio di registrazione dei documenti nel Lontano Occidente. Il maestro Java Bawan decise di investigare.

Per assisterlo, un aiutante dal Tempio Occidentale venne mandato alla provincia vicina. L’aiutante era un uomo trasandato con un rumoroso motociclo; la capacità di tradurre termini tecnici era la sua unica qualità.

“Ho trovato il problema,” disse Bawan all’aiutante. “Se il titolo del documento contiene un apice destro, quel carattere non compare quando recuperiamo il record. Per favore, di’ ai Monaci Occidentali di questo difetto.”

L’aiutante tornò alla propria provincia e chiamò Bawan il giorno successivo.

“I monaci affermano che non si tratti di un difetto,” disse l’aiutante. “Dicono: non supportiamo i caratteri speciali.”

Bawan annuì. “Torna al mio tempio domani. Insieme possiamo farli capire.”

Il giorno successivo l’aiutante cavalcò la sua gracchiante motocicletta fino alla Strada della Luna Calante. Dopo aver passato un cartello con sritto PONTE DI ZJING in grandi lettere rosse, si trovò ad attraversare una vasta gola sulle assi. Appena davanti stavano delle magnifiche querce e, dietro, le torri del tempio. Era così estasiato dalla vista da non vedere che le assi mancavano nei dieci metri centrali del ponte. Dunque l’aiutante precipitò nella gola sottostante, con la motocicletta e tutto il resto.

Osservando dal balcone superiore della Torre Est, il maestro Bawan annuì e rientrò. Dunque chiamò un monaco minore dai cubicoli al piano inferiore.

“Porta queste all’altro lato del Ponte di Zjing,” disse, consegnando al monaco tre pezzi di legno. Erano dipinti di rosso e intagliati nelle forme di grandi lettere: una O, una U e una T.

“Cosa sono queste?” chiese il monaco.

“Caratteri speciali,” rispose il maestro.