Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title
non geeky  non geeky

Caso 159

Blocchi

La venerabile Jinyu, la Badessa di Tutti i Clan e gli Interessi, era sempre presente quando ai novizi veniva consegnato il rapporto sulla produttività, giacché questi rapporti determinavano chi sarebbe avanzato nella gerarchia del Tempio e quale compito avrebbe svolto. Ciascun novizio aspettava da solo in una sala riunioni che gli abati anziani entrassero, così la Badessa lasciava sempre una pila di blocchi da costruzione di legno nella stanza perché i novizi potessero intrattenersi.

L’abate apprendista di Jinyu si accorse che quando la Badessa entrava nella stanza, subito dava un’occhiata alla pila e scriveva qualcosa nel proprio taccuino. Decise di apprendere il suo algoritmo.

Il giorno successivo, quattordici novizi vennero sottoposti al colloquio.

Sette novizi non toccarono affatto la pila. L’abate apprendista notò che per ciascuno di questi Jinyu scrisse: Nessuna promozione.

Quattro novizi avevano disposto i blocchi della pila per costruire semplici, solide e piccole strutture: una pagoda con il tetto a spioventi; una capanna a cupola in mezzo a pini triangolari; un carro da buoi; un uomo che si sdraia. Per ciascuno, Jinyu scrisse: Sviluppatore.

Un novizio aveva disposto tutti i blocchi in maniera ordinata e compatta, secondo forma e dimensione. Jinyu scrisse: Responsabile della configurazione.

Un altro novizio aveva disposto i blocchi come un tangram per creare il meraviglioso mosaico di un cigno. Jinyu scrisse: Web designer.

L’ultimo novizio del giorno aveva usato tutti i blocchi per costruire una torre elaborata, l’immagine dell’eleganza e della proporzione. Gli abati anziani rimasero a bocca aperta quando entrarono nella stanza, ma Jinyu non scrisse nulla nel taccuino. Il suo apprendista scrisse una piccola nota nel proprio e lo passò silenziosamente a Jinyu. La nota diceva: Architetto?

Jinyu non rispose.

Quando il novizio ebbe risposto a tutte le domande e venne congedato, Jinyu si avvicinò alla torre e vi soffiò leggermente. I blocchi oscillarono, si inclinarono e caddero sul tavolo.

Jinyu prese il proprio taccuino e scrisse: Vendite.