Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title

Quando un novizio si affilia al tempio e afferma di cercare la saggezza, gli si consiglia di cercare il maestro Java, Bawan, e chiedergli: “Come ha fatto la vecchia e scaltra Madame Jinyu a diventare Venerabile Badessa Di Tutti I Clan E Affini

Allora, il maestro Bawan colpisce il novizio sul posteriore con una pala, e gli ordina di tornare la notte seguente con la stessa domanda. La notte seguente il novizio ottiene la stessa risposta, con lo stesso ordine di tornare, fino a quando il novizio raggiunge l’illuminazione.

Gli annali riportano che:

Quando la Venerabile Jinyu era una suora, tra i cinque e venti anni di età, lei e un monaco, suo coetaneo, furono avvicinati dall’abate del loro clan.

“L’Imperatore verrà a ispezionare il nuovo mainframe VAX, e sceglierà i membri degni di eseguire le commissioni reali,” disse l’abate. “Vogliamo che Sua Eccellenza resti colpito da ogni aspetto del nostro tempio. Gli stagni koi sono senza vita e invasi dalle erbacce. Ognuno di voi scelga uno stagno, lo pulisca bene, e si assicuri che tutte le mattine nuovi pesci siano presenti, per la delizia dell’Imperatore”.

Al monaco fu assegnato lo stagno nord. L’acqua, verde e stagnante, era inadatta per qualsiasi essere vivente, quindi, con un giogo a cui erano appesi dei secchi, il monaco lo svuotò sino all’ultima goccia. Poi rimosse i licheni dalle pietre, estirpò le erbacce, e portò, secchio dopo secchio, acqua pulita dal pozzo del tempio. Dopo una settimana la piccola piscina brulicava di carpe rosse e oro, acquistate, dal monaco, al mercato con il proprio denaro.

Nel frattempo, lo stagno sud restava intonso, e la giovane Jinyu era introvabile.

Mentre la data della visita dell’Imperatore si avvicinava rapidamente, l’abate mandò a cercare la suora. Quando Jinyu fu portata al suo cospetto, l’abate la percosse sulle orecchie. “Se l’imperatore perde la fiducia nel nostro tempio, il nostro contratto di servizi IT potrebbe non essere l’unica cosa che verrà tagliata prematuramente.”

Jinyu si inchinò. “In due giorni, tutto sarà come ordinato.”

Il giorno seguente l’abate andò al laghetto nord, che ora era pieno fino all’orlo, e carpe bianche e nere vi nuotavano, acquistate in città, ancora una volta, dal monaco. Ciononostante, lo stato del laghetto sud era esattamente come prima. Trovò Jinyu che si riposava sotto un albero di cipresso, e la percosse, nuovamente, sulle orecchie.

Anche questa volta Jinyu si inchinò. “Domani mattina tutto sarà come ordinato.”

Il giorno seguente, l’abate andò ancora una volta allo stagno nord, che stavolta era pieno di carpe a strisce e puntinate. Eppure, lo stato del laghetto sud era peggio di prima: il bel giardino che lo circondava era in pieno scavo, e in piedi, in mezzo a quello sfacelo, c’era Jinyu appoggiata ad una pala.

L’abate percosse le orecchie di Jinyu e ordinò: “Giustificati!”.

La suora non disse nulla, ma scalzò, con la pala, una zolla di terra dal bordo del laghetto. Dietro c’era un canale che Jinyu aveva scavato sino al fiume sottostante al tempio. Un rivolo d’acqua stagnante fuoriuscì dello stagno e scomparve giù per la trincea.

Poi Jinyu girò con la pala una zolla all’altra estremità del laghetto, rivelando, così, un canale che attingeva alle acque di un ruscello di montagna. Il flusso si precipitò nello stagno e fuoriuscì dall’altra parte, pulendo le pietre e spazzando via le erbacce morte. Nell acqua scura, si intravedevano lampi rosso e oro.

- - -

Fu così che Jinyu fu scelta per dirigere l’Eccelsa Sottocommissione per i Test Automatici.

E se qualcuno metteva in discussione il suo ruolo, egli si doveva prima recare dal maestro Java Bawan, e progerli la domanda di rito.