Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title
moderatamente geeky  moderatamente geeky

Caso 82

Il chiodo di Jinyu

Quando un nuovo candidato arrivava al Tempio sperando di ottenere una posizione recentemente vacata1, la vecchia Madame Jinyu—la Badessa di Tutti i Clan e gli Interessi—veniva rispettosamente invitata a partecipare al colloquio.

I maestri e i monaci anziani iniziavano con le solite domande, come “Quali framework hai usato?” e “Quanti anni di esperienza hai con ciascuno?”2. Le domande diventavano sempre più tecniche, e la vecchia Jinyu sembrava assopirsi nel suo angolo. Alla fine, tuttavia, i suoi occhi luccicanti si aprivano, acuti e nitidi come quelli di un corvo; poi indicava la lavagna con il suo bastone e diceva:

“L’Esercito Imperiale vuole catalogare le sue molte armi. Distingue quattro tipi: il bastone, la lancia, la spada e il coltello. Ciascuno ha una lunghezza, che può variare da arma ad arma. Ciascuno ha un peso, calcolato dalla lunghezza a seconda del tipo di arma. In ogni aspetto, un coltello è semplicemente una spada la cui lunghezza è di esattamente due chi. Ora: mostrami le classi che creeresti!”

Quindi, con le braccia conserte, si sedeva e osservava. A volte lasciava la stanza dopo che il diagramma delle classi era stato disegnato; a volte rimaneva e alterava il problema, osservando i cambiamenti effettuati in risposta.

Questo intrigava i monaci più giovani, che le chiedevano timidamente: “Perché non leggi i lunghi curriculum forniti, o chiedi al candidato della sua abilità nelle tecnologie che usiamo?”

Jinyu li colpiva nelle parti basse col suo bastone e rispondeva: “Si possono trovare molti buoni martelli nelle stalle del mercato, e se ne possono trovare anche molti cattivi. Quando l’autunno soffia via le tegole dal tetto del Tempio, non mi importa se uno strumento è appartenuto al costruttore di tetti più amato dall’Imperatore, a meno che non possa guidare il mio piccolo chiodo in modo dritto e sincero.”

1 Potrebbe sorprendere che le posizioni venissero di solito vacate pacificamente e volontariamente dai loro occupanti, ammesso che si consideri un onorevole suicidio come un metodo estremamente formale di dimissione.
2 Domande come “Qual è il tuo gruppo sanguigno?” e “Come valuteresti la tua tolleranza del dolore fisico?” erano solitamente gestite dalle Risorse Umane.