Many thanks to Hanzík for the Czech translations!

tcc-case-title
moderatamente geeky  moderatamente geeky

Caso 146

Box model

La monaca Zjing era tornata al proprio domicilio nella valle solitaria sotto le rupi del Tempio. Eppure il telelavoro non la isolava dai drammi della vita del Tempio, e non passò molto tempo prima che il monaco anziano Wangohan iniziò a bombardarla di lamentele sul suo acerrimo avversario, il monaco Landhwa.

Wangohan scriveva:

Ci era stata assegnata un’applicazione da sviluppare,
usando il framework che ho introdotto nel tempio...
Io ho scritto numerosi test di unità e funzionali;
Landhwa non ne ha scritto nessuno, e ingurgita le eccezioni
per evitare di vomitarle sullo schermo...
Io valido tutto l’input sul server;
Landhwa si affida al Javascript per pulire i dati,
ma il suo trucco può essere disabilitato da qualunque client...
Io genero dell’HTML semplice e conforme agli standard;
Landhwa incolla insieme strani plug-in jQuery,
sperando che il browser visualizzi il suo macello...
Abbiamo presentato i nostri sistemi stamattina.
Tutte le lodi dei clienti sono andate ingiustamente a Landhwa.
Nulla è toccato a me.

Zjing rifletté sulla tendenza di Wangohan di avvelenare quelli che lo irritavano.* Per risparmiare a Landhwa una spiacevole notte sul pavimento del bagno, rispose:

Mandami gli URL di entrambi i vostri sistemi.
Investigherò.
- - -

Il giorno successivo, Wangohan ricevette dalla monaca un pacco contenente due scatole. La prima, una scatola di elegante lacca nera, conteneva un pranzo che era un’immagine di suprema armonia estetica: otto piccoli compartimenti in cui erano adagiate salse, carne sfrigolante, e verdure tagliate alla perfezione, disposte intorno una ciotola quadrata di riso fumate guarnita di fiori dalle sfumature invitanti. La seconda, una semplice scatola di cartone bianco e unto, sembrava contenere gli stessi ingredienti—eppure le porzioni erano tritate alla buona e gettate insieme con del riso tiepido in maniera molto poco attraente.

Sul pacco stava una nota scritta da Zjing:

Scegli e mangia.
Sul fondo sta la tua risposta.

Wangohan divorò il contenuto della scatola di lacca nera, ma rimase sorpreso quando non trovò alcuna nota sul fondo. Stava riflettendo se fosse abbastanza affamato da mangiare il contenuto della seconda scatola quando un forte dolore al ventre lo privò di questo pensiero (e di tutti gli altri).

- - -

La notte successiva, Wangohan—ancora costretto a letto—ricevette un altro pacco dalla monaca. Lo aprì con trepidazione.

Dentro c’erano quattro piccole scatole di tè alla menta (i loro sigilli in cera originali intatti), tre articoli sui principi dell’UI design, due flashdrive con le ultime distribuzioni di AngularJS e Bootstrap, e la seguente nota:

Questo è il piatto che ha preparato Landhwa:
infido nello stomaco, vero,
ma piacevole ai sensi in primo luogo.
Mentre Wangohan serve del cibo onesto
che ci avrebbe sostenuto lungo una marcia di un giorno,
se solo lo avessimo desiderato.
La presentazione non è parte del cibo,
eppure è parte del pasto;
la nostra introduzione, la nostra interfaccia.
Abbraccia il suo scopo, e ricorda:
lo chef non taglia le carote a forma di drago,
per migliorarne il sapore.
* Vedi i cas i 84 e 85. O più semplicemente evita il suo portaspezie.